Saturday, 15 August 2020
DimoraMagazine

locazioni

(Vincenzo De Tommaso e Daniela Dirceo)

C’è una propensione dei giovani a pagare per usare una casa e non più a possederla. Questa sembrerebbe la tendenza dei millenials nelle grandi città italiane . L’affitto diventa oltre che una necessità un qualcosa di importante per i giovani.

Ed è anche per questo motivo che i giovani a volte decidono di vivere con la famiglia quando non riescono ad accedere al credito. Ne parliamo con Daniela Dirceo, direttrice del mensile Come Ristrutturare La Casa e con Vincenzo De Tomaso di idealista.it

Daniela Dirceo quali sono i desiderata dei giovani che vanno in affitto?

E’ importante notare che questa trasformazione dei costumi è derivata sicuramente da aspetti economici, ma anche da una trasformazione profonda della nostra società. Ha avuto una grand influenza la nuova tecnologia. La società è diventata più fluida. Meno stabilità nel mondo del lavoro . I giovani sono oggi “on the move.”

La tendenza è principalmente quella di avere case flessibili montate e rimontate, più fluide. Sono cittadini del mondo. Abbiamo visto per esempio il parquet che può essere montato e smontato oppure la “vasca pop up” che puoi portarla via.

Vincenzo De Tommaso: affittare un immobile è spesso impossibile. Vengono richiesti pagamenti anticipati dei canoni a volte anche di un anno oltre al deposito cauzionale. Perché le garanzie economiche così onerose richieste dai proprietari?

In qualche modo si garantiscono . Questo marca sicuramente l’Italia da altri appesi europei. Dove un giovane può vivere con 250 euro al mese. A Roma o a Milano è impossibile. Si parte da 600 euro in periferia a 1500 in centro per una stanza/monolocale. Cifre assurde che per i giovani che hanno finito l’università sono insostenibili visto che i loro salari non vanno oltre i 1200 euro al mese. La responsabilità è sicuramente politica. La politica è totalmente in ritardo rispetto alle esigenze di una società che è profondamente cambiata.

Daniela Dirceo è cosi?

Sicuramente è politica, è vero ma anche culturale e di natura imprenditoriale e sociale.

Ci sono delle soluzioni che ti permettono di mettere a disposizione abitazioni in affitto (per i giovani neo laureati) abitazioni stabili temporaneamente e non solo per studenti . Si tratta di abitazioni con affitti studiati particolarmente per questo tipo di utenza. Noi italiani dovremmo pensare alla casa come un bene stabile ma da usare personalmente, lasciare la casa quando non serve e da mettere a frutto se non la si usa.

Vincenzo quale potrebbe essere un’altra soluzione utile ?

L’affitto concordato. Un trend interessante che si è sviluppato negli ultimi anni. Una casa su 5 viene affittata con il canone concordato che tutela molto i proprietari . So che interviene con delle assicurazioni in a coprire eventuali pagamenti degli inquilini . Che si sta sviluppando in diverse città . A milano la situazione è diversa.

Quali sono le differenze sostanziali nel settore dell’abitare tra un pubblico adulto ed uno giovanile .

Ci sono differenza molto marcate sia per quanto l’approccio vedo la casa, sia per quanto riguarda l’arredamento o la ristrutturazione della casa.

I giovani vogliono una casa tecnologica , cablata . Questa è la prima proposta. Irricevibile se non ci fosse questa caratteristica. Oppure la vicinanza ai mezzi di trasporto. Per un pubblico adulto non è così importante. Per i giovani è importante la sostenibilità della casa ,ossia la classe energetica. Approccio più ecosostenibile verso la vita che si trasforma quello dei giovani.

Il pubblico adulto non ha bisogno di tutto ciò. Se ristruttura la casa ne ristruttura solo una parte.

L’idea del lusso è da esibire con oggetti lussuosi notoriamente importanti. Il giovane rinuncia al brand o al lusso in funzione della comodità.

Damiano Gallo

Per vedere l'intervista Clicca qui!

le locazioni

Pin It

Sfoglia le altre nostre testate:

logoway2

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato!

Ti può interessare

Copyright © 2019 FD Media Group srls - Via G. Leopardi,21 - 20123 Milano (MI)
Redazione C/O Damiano Gallo Estates C.so di Porta Nuova, 52 - 20121 Milano (MI)
CAP. SOC. 2.000 EURO I.V. - C.F E P.IVA 09406270968 - REA MI - 2087986 - ROC n° 2640
Le immagini all'interno di questo sito sono inserite in modo casuale in base a gli argomenti degli articoli,
se qualcuna di queste viola il copyright, comunicacelo all'indirizzo redazione@dimoramagazine.it
e provvederemo a rimuoverla tempestivamente.
 
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.